giovedì 3 maggio 2018

IL FUNGO DELLA GIOVINEZZA (DENTRO E FUORI)



Prima di ogni altra considerazione, vediamo di capire in modo semplice cosa vuol dire processo di ossidazione.

Si tratta di una reazione chimica, per la quale, bruciando ossigeno, il sistema produce quelli che vengono chiamati "radicali liberi", cioè delle cellule alle quali manca un elettrone. Cosa fanno queste cellule? Innescando una reazione a catena, "rubano" elettroni a cellule sane, danneggiandole.

La funzione di un agente antiossidante è quindi intuitiva: è un elemento abile a disinnescare la reazione, inibendone la portata distruttiva.

Gli elementi antiossidanti per antonomasia sono quelli che contengono molecole particolari, come polifenoli, flavonoidi, ecc.
Sappiamo tutti che fanno bene cibi come: frutti di bosco, carote, broccoli, thè verde, frutta secca... la nonna lo ha sempre consigliato!
Quello che rende la faccenda più complessa rispetto ai tempi passati, è l'attuale fattore ambientale: oggi abbiamo un tasso di inquinamento mai registrato nella storia e un elevatissimo livello di contaminazione degli alimenti.
E' evidente che, oltre a sane abitudini (camminare, respirare, rilassarsi, rigenerarsi mentalmente e emotivamente) dobbiamo ricorrere a ulteriori aiuti.

Ed eccolo qui, il nostro amico GANODERMA! A detta degli esperti e delle ricerche scientifiche in atto, il più potente antiossidante esistente in natura!

Stiamo parlando di un fungo, usato da millenni nella medicina cinese, e ormai approdato alla medicina alternativa occidentale.
Ho trovato sul web questa interessante immagine riepilogativa, che rende perfettamente l'idea delle qualità antiossidanti del Ganoderma.




In attesa che la sua fama si espanda, io sto anticipando i tempi.
Uso GANODERMA LUCIDUM, sotto forma di capsule e di caffè e the, sperimentando una serie di interessanti e positivi effetti.
Il GANODERMA che utilizzo è naturalmente di un tipo particolarmente pregiato (contattami), e assolutamente biologico, per meglio potermi giovare delle incredibili proprietà di questo fungo.

Quello che consiglio è provare per almeno 6 mesi, osservando le piccole, grandi manifestazioni del corpo e.... la tua bellissima nuova pelle! 



     

Nessun commento:

Posta un commento