mercoledì 18 luglio 2018

FELICITA' A PASSO LEGGERO: IL RITUALE DELLA FELICITA' - 11 CREDI IN TE

Qualche tempo fa ho pubblicato sul blog a passo leggero una immagina trovata sul web, che sintetizzava il RITUALE DELLA FELICITA'

Si tratta in effetti di ottime, quanto semplici, pratiche quotidiane in gradi di trasformare la qualità energetica del nostro sistema e di conseguenza della nostra realtà quotidiana.
Le approfondiamo una per una. Ecco la numero 11:



CREDI IN TE STESSO

A meno che tu non faccia parte di quei pochi fortunati che - forse grazie a genitori equilibrati e propositivi o solo per congiunture favorevoli - sente in sè da sempre sicurezza e forza, benvenuto nel club affollatissimo di coloro che prima o dopo si trovano a dover fare i conti con l'annosa questione della fiducia in se stessi.

La tematica è talmente dirimente per il buon andamento della nostra vita e talmente diffuso invece il senso di disistima di sè, che Dietmar Kramer attribuisce al fiore di Bach LARCH, che lavora sulla fiducia in se stessi, un capitolo a parte e una posizione prioritaria rispetto agli altri rimedi.



Kramer infatti evidenzia come la maggior parte degli atteggiamenti interiori negativi derivino dalla poca sicurezza nelle proprie capacità e risorse e consiglia quindi di avvalersi di Larch come rimedio base.

La paura del fallimento di fatto è talmente radicata in molti di noi, da inibire i talenti e pregiudicare la realizzazione personale, a volte in modo irreversibile.

Ok, dopo questa premessa, e dopo aver invitato tutti a prendere 4 gocce 4 volte al giorno di Larch diluito (quando ci sono dei sostegni perchè non servirsene?), ti informo che...

tu sei perfetto così come sei!   

Nulla di quello che abbiamo fatto e che abbiamo vissuto è sbagliato; tutto è funzionale alla nostra crescita e cambiamento.
Abbandona ogni idea autodistruttiva e boicottante su te stesso e concentrati su una cosa che sai fare bene ( "non so fare niente bene" è una risposta non accettata!!). Potrebbe essere qualcosa che ha a che fare con un ruolo che ricopri, come ad esempio "so fare bene la madre, l'impiegato...", ma potrebbe essere anche una cosa veramente semplice, come la torta di mele o pulire i tappetini della macchina.
Fermati sul pensiero di questa cosa che sai fare bene e osserva come ti fa sentire: presumibilmente in quel momento proverai un senso di fierezza, o almeno di tranquillità che ti fa sentire abile e sicuro. Perfetto, aggancia questa sensazione ed espandila... espandila mentalmente, espandila energeticamente, ancorala alla memoria e al tuo sentire, rendila una esperienza importante. Fanne un punto di riferimento stabile a cui riferirti ogni volta che dubiti di te stesso, fino a sentire che puoi credere in te stesso perchè sai...

sei perfetto così come sei!



Nessun commento:

Posta un commento